Cessione del Quinto INPDAP

La Cessione del Quinto dello stipendio è ormai una pratica assai diffusa di rimborso del prestito personale.
Se sei un dipendente pubblico (Medico, Forze Armate, Insegnante, Dipendente Pubblico) puoi richiedere un prestito personale INPDAP con la formula di Cessione del Quinto.

Per chi usufruisce della Cessione del Quinto INPDAP le regole per la richiesta di erogazione del prestito personale non cambiano da quelle generiche ma puoi contare su numerosi punti di forza che la Cessione del Quinto offre a chi richiede un finanziamento.

  • Nessuna garanzia aggiuntiva richiesta
  • Addebito diretto sulla busta paga o sul cedolino pensione
  • Tasso agevolato
  • Età massima del richiedente fino ad 80 anni

Tassi d’interesse per la Cessione del Quinto INPDAP

La Cessione del Quinto, come per tutti i prestiti personali, sono soggetti all’applicazione di un tasso di interesse che, grazie alle agevolazioni offerte da INPS ed INPDAP, risultano essere vantaggiosi ed assolutamente più bassi rispetto alla media di mercato. Considerando che non è necessaria alcuna garanzia aggiuntiva alla propria busta paga, il prestito INPDAP è proprio un’ottima scelta per l’accensione di un prestito personale.

I tassi di interesse relativi il prestito INPDAP sono i seguenti:

I tassi di interesse relativi al prestito personale inpdap ed al piccolo prestito inpdap sono similari fra di loro ma variano in base alla lunghezza del prestito ed in base all’età del richiedente.
Nel 2017, il tasso percentuale del TAN applicato si aggira attorno al 4,25%.
Come di consueto, va calcolato, in aggiunta al TAN, il TAEG (tasso annuo effettivo globale) aggiungendo semplicemente lo 0,5%.

Il mezzo punto percentuale aggiunto copre ogni spesa amministrativa ed il Premio Fondo Rischi.
Il valore è soggetto a variazione in base ad alcuni valori quali: l’età del richiedente e dalla durata dei prestiti INPDAP richiesti.

L’importo ottenibile, come di consueto, varia ed è dipendente dall’ammontare del proprio stipendio o della propria pensione e dalla presenza o meno di altre forme di finanziamento in essere. Ciò però non è vincolante o discriminante al fine dell’ottenimento: anche chi ha già prestiti in corso può richiedere le cessione del quinto. Trattandosi di un prestito con cessione del quinto, per legge la rata non può essere superiore al 20% del valore dello stipendio o della pensione.